Logo

BIO

Ho studiato teoria e linguaggi della fotografia con il prof. Franco Torriani, nella Scuola di “Immagine Elettronica e Sistemi Audiovisivi” (84-86), promossa dalla Rai di Torino, dall’Istituto di Storia del Cinema dell’Università di Lettere e dall’Istituto Quazza per l’Informatica del Comune di Torino.

Ho seguito stage con:

Franco Fontana (fotografia creativa)
Klauss Zaugg (fotografia in studio)
Alex Maioli (seminario sul reportage)
Sara Munari (editing e portfolio)
Francesco Zizola (fotoreportage)
Silvia Camporesi (fare arte)
Richard Kalvar(Masterclass Magnum)

Dall’87 all’89 lavoro come fotografo freelance nella realizzazione di reportage documentaristici rivolti all’editoria. Un furto mette repentinamente fine alla carriera di un giovane squattrinato! Ma non tutto è perduto e la fotografia riprende negli anni successivi da un punto di vista della ricerca personale. Credo che della ripartenza sia “responsabile” mio figlio Stefano e un suo reportage realizzato in classe con gli amici. Veramente bello. Ha riaperto una prospettiva attraverso la quale guardare alla fotografia e da lì sono ripartito. Un’altra importante occasione è la partecipazione, nell’associazione teatro della terra dal 1997, alla gestione del “Festival delle Rocche“, poi “AREADISERVIZIO Soste di danza contemporanea“, sino al 2010, rassegna internazionale di danza contemporanea; lì nasce la passione per la fotografia di spettacolo.

intervista a Piemonte dal Vivo

intervista a Compagniadeifotografi

Diverse fotografie, quelle legate ad una quotidianità, quelle svincolate da un progetto articolato o lavori che sono ancora alla ricerca di una propria identità fotografica si trovano su Flickr e su InstagramUn altro modo di parlare e far vedere fotografia si trova su Pinterest, mentre uso Cowbird per raccontare iniziando da una fotografia, oppure per continuare le mostre in un ottica crossmediale con racconti fruibili solo su Cowbird.

Mi sono sempre occupato di fotografia anche dal punto di vista della produzione culturale. Partecipo alle prime tre edizioni di Varianze, collaborando con Franco Torriani che ne cura la direzione artistica, rassegna sul rapporto fotografia, new media e arte, all’interno della Biennale di Fotografia di Torino (curata dalla Fondazione per la Fotografia).

Nell’autunno del 2012 inizio il progetto PHOM che nel Novembre del 2013 va on line, come sua prima tappa, con il sito. Il progetto esplora la fotografia contemporanea, il suo rapporto con la narrazione e la multimedialità e si occupa del lavoro del fotografo, come progetto, pratiche e produzione. In Phom sono responsabile del progetto e curo principalmente le interviste e le relazioni con altri soggetti del settore.

Nel 2104 inizia la collaborazione con la trasmissione radiofonica sulla fotografia avetecapi.to, presso la radio web radioelecto, e messa in piedi da tre giovani creativi ex allievi dello Iaad ed ora membri della società Capi.To. Parliamo di fotografia, di news e tematiche che animano la scena della fotografia. (qui la puntata su Don McCullin – nel frattempo l’esperienza finisce  e i responsabili della radio “perdono” tutti i files della trasmissione. Amen. Proveremo da qualche altra parte).

Nel 2014 prendo parte al progetto Questo Paese, ideato e condotto da Fulvio Bortolozzo, scrivendo un pezzo critico sul senso del progetto. In vendita presso Blurb. Qui invece il mio pezzo editato sulla piattaforma Medium.

Se la fotografia rimane centrale nella ricerca visiva mi occupo anche di produzione video sia a livello professionale che di ricerca personale; tra le diverse esperienze in particolare partecipiamo e ci aggiudichiamo il 1° premio per il miglior cortometraggio alla rassegna video NapoliDanza del 1996 (Benna-Borlengo//produzione Fluens) con il video Sweet Chestnut, realizzato in collaborazione con la coreografa Enrica Brizzi.

Lavoro nel settore della comunicazione//LAND (Cristina Sertorio e Marco Benna)// www.landcomunicazione.it e http://land2008.tumblr.com/

03

Nov

09

Nessun commento »

No comments yet.

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

Leave a comment

Devi essere connesso per inviare un commento.

BACK/STAGE

Esplorare, dove le cose nascono e iniziano a prendere forma. Dove le persone costruiscono, per una propria identità e per dare forma a come saranno riconosciute.

STORIES

Storie di persone e di luoghi. Lavori fotografici che si sviluppano nel tempo insieme a microstorie raccolte in poche fotografie

PROGETTI FOTOGRAFICI

Lavori fotografici che nascono per dare forma ad un interesse. Con una direzione, aperta ed evolutiva.

PAROLE

Pensieri, commenti, idee sulla fotografia e su cose a lei vicina.

LINK

Powered by Collettivo Wip